La Zisa
La Zisa nei secoli

Dal terremoto al crollo

Il terremoto del Belice  nel 1968 compromise ulteriormente il già precario stato di conservazione dell’edificio, aggravandone lo stato di sofferenza fino al 13 ottobre 1971, giorno del clamoroso crollo di metà ala del palazzo. Lo scandalo fu enorme e la mobilitazione culturale impose di lì a breve l’avvio di un serio progetto di recupero e di restauro; il progetto fu affidato al professore Giuseppe Caronia, docente presso la Facoltà di Architettura di Palermo, che fu coadiuvato da un gruppo di specialisti ed esperti. Si avviò così l’iter di questo progetto complesso e articolato per lo stato di abbandono in cui si trovava la costruzione, aggravata dal crollo che ne aveva fatto perdere parti significative della sua struttura e dei suoi apparati.

I sensi raccontano l’archittetura

Le decorazioni del campanile

I sensi raccontano l’interno

L’oro e la luce: lo splendore dei mosaici della Cappella Reale

La pavimentazione: forme, motivi e iconografia

Lo spazio architettonico

Forme e colori del soffitto ligneo

I sensi raccontano il soffitto

I sensi raccontano l’architettura esterna e l’impianto originario

La splendida Zisa e il suo giardino: solacium regi tra suoni, colori e profumi

L’interno della chiesa

Il tetto del Paradiso: una delle opere più rappresentative dell’arte medievale

La nascita del regno normanno

Un crescendo architettonico

Il Cassaro

I mosaici delle navate

Il parco del Genoardo, il giardino dei piaceri e della meraviglia

I sensi raccontano l’architettura e le decorazioni

Dall’oblio al recupero della memoria

L’esterno barocco

I sensi raccontano il contesto storico Zisa

Le decorazioni

Intrecci di saperi nella Palermo normanna

Il ciclo musivo, un cammino ascendente verso la luce

La cappella di San Pietro nel Real Palazzo

Il pavimento in opus sectile della Cappella Palatina

La conquista normanna della Sicilia e la nascita di un nuovo regno latino

I sensi raccontano la Zisa nei secoli

L’interno barocco

L’involucro architettonico: la pianta a croce greca orientata verso la luce

I sensi raccontano i restauri

Il palazzo ritrovato

I loca solatiorum: dimore per lo svago, il benessere e la caccia

I sensi raccontano la decorazione barocca

Stili diversi e trasformazioni, per una “delle più belle costruzioni che si possono vedere”

La dedica dell’Ammiraglio

Il soglio reale

Dal terremoto al crollo

I sensi raccontano il contesto storico

I sensi raccontano la pavimentazione

I restauri

La veste architettonica e le trasformazioni nel tempo

I mosaici del transetto e delle absidi

I sensi raccontano il contesto storico la martorana

I sensi raccontano il ciclo musivo

Il Palazzo che fu dei re

Il ritorno dell’acqua

Un edificio costruito in un breve spazio di tempo

L’antico convento della Martorana, storia di devozione e tradizione