Panarea

L’attività fumarolica sottomarina di Lisca Bianca

Nell’autunno del 2002, dopo un intenso terremoto al largo di Filicudi e poco prima dell’inizio di una nuova attività effusiva a Stromboli, un importante sistema di fumarole si è attivato tra gli isolotti di Bottaro e Lisca bianca, a circa 7-10 metri di profondità.

attività fumarolica
Foto subacquea dei fondali degli isolotti di Panarea. Le rocce di colore scuro e a forma arrotondata sono coperte da delle vere e proprie colonne verticali di bolle che escono dal fondo del terreno.

Tale sistema di fumarole già in passato era stato presente in quella zona, come testimoniato dal fatto che gli scogli di Lisca Bianca e Bottaro sono ricoperti di sublimati di zolfo e gesso.
Addirittura, il nome stesso di Lisca Bianca è dovuto al fatto che questo scoglio appare del tutto bianco, a causa della deposizione di gesso lungo le sue pareti.
Nel campo di fumarole i gas escono a una temperatura di circa 40 gradi C e, a differenza delle fumarole dell'isola di Vulcano , queste non hanno una vera e propria origine magmatica.
Sono attualmente in corso studi scientifici per poter verificare l’origine di questa attività idrotermale, che comunque era già presente nella parte nord-est dell’isola di Panarea, sulla spiaggia della Calcara.

Il Castello di Lipari, “fuso” con la lava

La parte nascosta delle Eolie

Panarea e la sua storia

I sensi raccontano i Faraglioni di Panarea

Lipari al centro della storia del Mediterraneo

La plasticità dei fanghi di Vulcano

Stromboli, il vulcano che respira

La Sciara del Fuoco

La Malvasìa delle Lipari DOC

Lipari, dove la storia si intreccia con i vulcani creando l’archeologia

Vulcano, la più giovane tra le opere d’arte Eoliane

Filicudi, paradiso sommerso

I sensi raccontano le fumarole del porto di Vulcano

Come si forma la pomice

Salina, l’isola verde dalle montagne gemelle

Il villaggio preistorico di Cala Junco

I Faraglioni di Panarea

Storie di mare e naufragi. I relitti delle Isole Eolie

I crateri sommitali

Panarea, dove mare e vulcani diventano scultori

La Cattedrale di Lipari e il chiostro Normanno del Monastero Benedettino

Il villaggio di Capo Graziano

Alicudi, dove il tempo si è fermato

Gli elementi morfologici sottomarini delle Isole Eolie

Pollara, tra poesia e bellezza

L’antica produzione del sale

Filicudi: piccola isola, grande storia

Il Gran Cratere de La Fossa: dove il vulcano diventa uno scultore

Il laghetto salato di Lingua

Le Eolie, dove è nata la vulcanologia

Le Terme di San Calogero

Sette isole, decine di vulcani

La pòlis dei vivi e la necròpolis dei morti

I sensi raccontano i crateri sommitali

L’eruzione del 2002-03