Lipari

Come si forma la pomice

La pomice è una roccia magmatica causata da eruzioni esplosive molto violente.
Se si va a guardare nel dettaglio una piccola pietra pomice si vedranno dei piccolissimi buchi circolari, che però non sono collegati tra di loro e quindi non permettono alla roccia di far penetrare l’acqua.
Ciò la rende una roccia con una densità più bassa dell’acqua, con il risultato che esse galleggiano sulla sua superficie. Esse si formano durante un evento altamente energetico ed esplosivo quando si ha una rapida perdita di pressione nel sistema.
Quando, ad esempio, il tappo di roccia solidificata della parte superficiale del condotto viene smantellato a causa di una esplosione per accumulo di gas, si viene a creare nel condotto una decompressione che raggiunge la camera magmatica sottostante.
Questa veloce diminuzione di pressione permette ai gas disciolti nel magma, di separarsi e formare piccole bollicine, che pian piano si uniranno tra loro, formando una vera e propria schiuma di magma.
Tale schiuma viene portata quindi in superficie ad alta velocità, si disperde nella nube eruttiva e ricade nel territorio circostante.

Gli elementi morfologici sottomarini delle Isole Eolie

I sensi raccontano i crateri sommitali

Sette isole, decine di vulcani

Lipari al centro della storia del Mediterraneo

Le Eolie, dove è nata la vulcanologia

Il Gran Cratere de La Fossa: dove il vulcano diventa uno scultore

Filicudi: piccola isola, grande storia

La pòlis dei vivi e la necròpolis dei morti

Come si forma la pomice

La Cattedrale di Lipari e il chiostro Normanno del Monastero Benedettino

Il laghetto salato di Lingua

Stromboli, il vulcano che respira

Filicudi, paradiso sommerso

Vulcano, la più giovane tra le opere d’arte Eoliane

La Malvasìa delle Lipari DOC

Il Castello di Lipari, “fuso” con la lava

L’eruzione del 2002-03

La Sciara del Fuoco

Il villaggio preistorico di Cala Junco

Storie di mare e naufragi. I relitti delle Isole Eolie

L’antica produzione del sale

La plasticità dei fanghi di Vulcano

I Faraglioni di Panarea

Lipari, dove la storia si intreccia con i vulcani creando l’archeologia

Il villaggio di Capo Graziano

Panarea e la sua storia

Panarea, dove mare e vulcani diventano scultori

La parte nascosta delle Eolie

I sensi raccontano le fumarole del porto di Vulcano

Salina, l’isola verde dalle montagne gemelle

I sensi raccontano i Faraglioni di Panarea

Le Terme di San Calogero

Pollara, tra poesia e bellezza

I crateri sommitali

Alicudi, dove il tempo si è fermato