Salina

Il laghetto salato di Lingua

Il laghetto salato di Lingua, oggi area protetta, può essere considerato un vero e proprio reperto storico, in quanto fino al XVIII secolo veniva utilizzato come impianto produttivo per il sale.
La frazione di Lingua è un piccolo paese caratterizzato da una meravigliosa spiaggia di ciottoli che conduce verso il mare, nonché da un bellissimo lungomare dove poter fare una passeggiata anche dopo il tramonto. A Lingua vale la pena anche visitare i tre musei dell’isola, disposti attorno al laghetto salato: Museo Archeologico, Museo civico e Museo del Mare.
laghetto salato di Lingua

Sette isole, decine di vulcani

I sensi raccontano i Faraglioni di Panarea

Pollara, tra poesia e bellezza

La plasticità dei fanghi di Vulcano

La Malvasìa delle Lipari DOC

Il villaggio preistorico di Cala Junco

Filicudi, paradiso sommerso

I sensi raccontano i crateri sommitali

Le Eolie, dove è nata la vulcanologia

Salina, l’isola verde dalle montagne gemelle

La Sciara del Fuoco

Panarea, dove mare e vulcani diventano scultori

Il villaggio di Capo Graziano

La Cattedrale di Lipari e il chiostro Normanno del Monastero Benedettino

I crateri sommitali

Il laghetto salato di Lingua

La pòlis dei vivi e la necròpolis dei morti

I Faraglioni di Panarea

L’antica produzione del sale

Vulcano, la più giovane tra le opere d’arte Eoliane

Il Gran Cratere de La Fossa: dove il vulcano diventa uno scultore

I sensi raccontano le fumarole del porto di Vulcano

Alicudi, dove il tempo si è fermato

Come si forma la pomice

Lipari al centro della storia del Mediterraneo

Stromboli, il vulcano che respira

La parte nascosta delle Eolie

Filicudi: piccola isola, grande storia

L’eruzione del 2002-03

Gli elementi morfologici sottomarini delle Isole Eolie

Panarea e la sua storia

Le Terme di San Calogero

Lipari, dove la storia si intreccia con i vulcani creando l’archeologia

Storie di mare e naufragi. I relitti delle Isole Eolie

Il Castello di Lipari, “fuso” con la lava