Ortigia

I sensi raccontano la Piazza del Duomo di Siracusa

gusto
La “cuccìa” per Santa Lucia

Nei giorni in cui si festeggia Santa Lucia, sulle tavole siracusane non deve mancare la “cuccìa“: un dolce tipico siciliano a base di grano bollito e ricotta di pecora o crema di latte bianca o al cioccolato. A questi ingredienti si uniscono frutta candita, cannella, pezzetti di cioccolato e scorza di arancia grattugiata. Questo piatto oggi composto da una ricca farcitura, in origine era un cibo assai più povero, l’unico da consumare in un giorno di digiuno, in segno di devozione alla santa.

udito
La musica degli antichi pastori: il “marranzanu”, lo scacciapensieri siciliano

Tra gli strumenti degli antichi pastori siciliani, era d’accompagnamento al flauto, il “marranzanu“: lo scacciapensieri. In Sicilia, con il termine marranzanu, si soleva indicare il grillo notturno. È probabile, dunque, che lo strumento ne abbia preso il nome per onomatopea, a causa del suo richiamo sonoro e alla monotonia del suo ronzio.
Lo scacciapensieri, uno strumento di ferro a forma di lira, accompagnava i canti e balli popolari, come una nota bassa di sottofondo. Era credenza comune che il suono di uno scacciapensieri d’argento, se udito da donne incinte, avesse il potere di interrompere la gravidanza.

olfatto
Il mercato del pesce fresco a Ortigia

Sulla costa Orientale della Sicilia, un posto suggestivo e in qualche modo nostalgico, è lo storico mercato alimentare di Ortigia.
Come un suq arabo in piena regola, questo luogo è la rappresentazione classica di un mercato alimentare siciliano: grida dialettali dei venditori che invitano la gente a comprare, un frenetico gesticolare e soprattutto, un tripudio di odori.
 Il mercato del pesce fresco Dai banchi arrivano profumi di ogni genere: erbe aromatiche, pomodori, arance rosse, melanzane dal colore viola intenso, peperoncini rossi, limoni. L’odore più forte è quello del pesce fresco: il mercato pullula infatti di venditori di frutti di mare, bottarga e pesci di ogni genere. Chi entra si sentirà di certo osservato, mentre passeggia, da una sfilza di pesce spada deliziosi.

vista
La superba facciata del duomo tra chiaroscuri e contrasti

Nella estrema esuberanza delle sue forme e nella ricchezza delle sue decorazioni, la facciata del Duomo di Siracusa, si offre alla vista dell’osservatore come una poesia di curve e volute. Uno stile architettonico drammatico, dominato dall’idea del gioco e dalla fluidità delle linee, produce la tipica sensazione della “joie de vivre“.La Cattedrale di Siracusa
La facciata appare infatti mossa da una geometria complessa, nell’alternanza di elementi concavi e convessi che esaltano gli effetti scenografici e i motivi chiaroscurali.
Il prospetto è arricchito da colonne svincolate dalla parete, che sottolineano la parte centrale della facciata, dando vita a “superbi” giochi di ombre e luce.

La Cultura di Pantalica

Nel regno del re Hyblon: Pantalica tra storia e leggenda

La chiesa di San Giovanni alle Catacombe

Ortigia. La Venere che sorge dalle acque del mare

L’Anfiteatro romano

La Neàpolis dal passato a oggi

L’Orecchio di Dionìsio e la Grotta dei Cordari

La fortificazione spagnola

L’ara di Ieróne II: luogo di sangue e di fuoco

L’Athènaion del tiranno Gelóne

La Siracusa romana, potenza militare grazie al genio di Archimede

Il Museion e la grotta del Ninfèo

Luogo di incontro di mari e civiltà

Pantalica: dove la natura e la storia si fondono

Il Teatro Greco di Siracusa

Siracusa durante la tirannide di Dionigi

Tempio di Apollo

Le Venationes

I bagni ebraici: il miqveh di Casa Blanca

Il significato culturale della tragedia

Leggende e magici echi nelle Latomìe di Siracusa

Piazza del Duomo: un luogo sacro degli antichi greci

Ebrei popolo errante

Tracce del Cristianesimo a Siracusa

La Giudècca, il cuore ebraico nascosto di Siracusa

Pantalica bizantina

L’architettura della Piazza

La Cattedrale di Siracusa

Le funzioni del Castel Maniace

La Chiesa di Santa Lucia alla Badia

Il Palazzo del Senato

Il Castello Maniace

Il Castello Eurìalo

L’interno del Duomo di Ortigia

Le catacombe di San Giovanni

Le mura Dionigiane: un capolavoro di ingegneria greca

Cripta di San Marciano

Gli spettacoli gladiatori