La Neàpolis

La natura nella Neàpolis

I resti archeologici presenti nel parco della Neàpolis sono immersi in un paesaggio ricco e profumato.
Una florida vegetazione completa l’atmosfera magica di questo luogo!
Essenze sempreverdi, tipiche dell’area mediterranea, come ulivi, cipressi mediterranei, pini, palme da dattero e fichi, convivono con i profumatissimi alberi di agrumi, in particolare, aranci e limoni.
Un frutto caratteristico del parco è il melograno : la zona dove si trova l’Anfiteatro Romano era detta infatti “la fossa dei granati”, cioè la fossa dei melograni, proprio a causa dell’abbondanza degli alberi di questo frutto che vi crescevano intorno; il melograno era considerato fin dall’antichità un frutto legato alla madre terra.

La fontana di Diana in Piazza Archimede

Ortigia e il fuoco. Archimede e l’invenzione degli specchi ustori

La Neàpolis e l’elemento aria. L’Orecchio di Dionisio

Pantalica e l’elemento terra

Neàpolis e il fuoco. L’Altare di Ierone e il fuoco sacrificale

La Neàpolis

La Giudècca

Neàpolis e l’elemento terra. I luoghi dello spettacolo: il teatro greco e l’anfiteatro romano

La Giudècca e l’elemento terra. Tra giardini e botteghe artigiane

L’interno della Cattedrale di Siracusa

Ortigia e l’acqua. La Fonte Aretusa

Un viaggio a Pantalica

La Giudècca e l’acqua. I bagni rituali: il Miqweh di Casa Blanca

La natura nella Neàpolis

Ortigia e l’elemento aria. Gli dei dell’Olimpo e il tempio di Apollo.

La Giudècca e l’aria. La Basilica di S. Giovannello

Ortigia e l’elemento terra. La piazza del Duomo: alla scoperta delle origini

Le naumachie: battaglie navali al teatro

La Giudècca e il fuoco. La cucina nella religione ebraica

Pantalica e l’acqua: il Mito del Fiume Ànapo

Pantalica e il fuoco. L’età dei metalli: oggetti della cultura di Pantalica

Neàpolis e l’elemento acqua. Il Ninfèo

Pantalica e l’aria. Nel cielo di Pantalica: dai falchi ai pipistrelli

La Cattedrale di Siracusa