Ortigia

Alla scoperta delle origini e delle tradizioni di Siracusa

La storia della sua antica grandezza, ha reso Siracusa un luogo mitico, una città che in ogni angolo scivola nel passato e tramanda il ricordo attraverso la testimonianza indelebi-le di antiche civiltà.
Grazie ad un’esplorazione memorabile nella storia archeologica, condotta da Paolo Orsi , tra il 1912 e 1917 nell’area di Piazza del Duomo (e successivamente nel 1999 a cura dell’archeologo Giuseppe Voza), sono emersi numerosi ritrovamenti, come oggetti in ter-racotta, sculture, resti architettonici, che testimoniano un’intensa presenza in questa area, già in epoca preistorica.
Alcuni di questi reperti, portatori di storie e significati misteriosi, hanno fornito informazio-ni preziose sulle abitudini degli antichi greci: ad esempio, la loro cultura gastronomica , le il loro comportamento a tavola o i giochi che si svolgevano durante un simposio .
Lungo le basole che pavimentano la piazza è possibile individuare delle linee nere rea-lizzate con piombo fuso. Esse formano due rettangoli concentrici e indicano l’esistenza nel sottosuolo delle tracce del più antico edificio sacro della Siracusa greca. Questa era, infatti, la sede di un òikos del VIII sec. a.C: una casa di culto, costruita in mattoni crudi o in legno, della quale è stata individuata la parte perimetrale. La struttura è stata in seguito inglobata in un altro edificio templare del VII a.C., simboleggiato oggi dal rettangolo più grande.
La prima preoccupazione dei Greci, quando fondavano una città, era quella di consacra-re il suolo erigendo una costruzione ed effettuando un sacrificio. È possibile ritenere che questo tempietto rappresenti l’atto di fondazione della colonia siracusana, da parte dei co-rinzi. La funzione di luogo sacro della piazza è infine testimoniata dalla costruzione di due templi monumentali: uno ionico, l’ Arthemision , e uno dorico, l’Athenaion, trasforma-to successivamente in chiesa cattolica.

La Neàpolis dal passato a oggi

Pantalica: dove la natura e la storia si fondono

Le mura Dionigiane: un capolavoro di ingegneria greca

Le Venationes

L’architettura della Piazza

Leggende e magici echi nelle Latomìe di Siracusa

Il Castello Maniace

Le funzioni del Castel Maniace

Tempio di Apollo

Nel regno del re Hyblon: Pantalica tra storia e leggenda

Il Palazzo del Senato

La Cultura di Pantalica

Gli spettacoli gladiatori

Il Teatro Greco di Siracusa

La Cattedrale di Siracusa

La chiesa di San Giovanni alle Catacombe

La Chiesa di Santa Lucia alla Badia

Cripta di San Marciano

Ortigia. La Venere che sorge dalle acque del mare

L’interno del Duomo di Ortigia

L’Anfiteatro romano

Il Museion e la grotta del Ninfèo

Tracce del Cristianesimo a Siracusa

La fortificazione spagnola

Ebrei popolo errante

Le catacombe di San Giovanni

L’Orecchio di Dionìsio e la Grotta dei Cordari

Il significato culturale della tragedia

L’Athènaion del tiranno Gelóne

Luogo di incontro di mari e civiltà

Piazza del Duomo: un luogo sacro degli antichi greci

Pantalica bizantina

Il Castello Eurìalo

La Siracusa romana, potenza militare grazie al genio di Archimede

L’ara di Ieróne II: luogo di sangue e di fuoco

I bagni ebraici: il miqveh di Casa Blanca

Siracusa durante la tirannide di Dionigi

La Giudècca, il cuore ebraico nascosto di Siracusa