Ortigia

L’architettura della Piazza

Piazza del Duomo è caratterizzata da una curiosa forma “a esedra”, o “a occhio”.
Il suo disegno appare complesso, ma non è casuale. L’organizzazione spaziale è stata, nel corso dei secoli, una risposta a bisogni ed esigenze sempre nuovi, fino a determinare un ambiente dalla forma inedita, un compromesso tra l’andamento ortogonale tipico dell’impianto greco ed elementi curvilinei risalenti alle trasformazioni tardo-medievali.Architettura Piazza DuomoSul lato orientale della piazza, dominano, adiacenti alla cattedrale, il Palazzo del Senato, dove un tempo sorgeva il tempio greco dedicato alla dea Artèmide, e il Palazzo Arcivescovile, le cui origini risalgono all’epoca imperiale sveva della metà del XIII secolo.
Lungo il lato occidentale sorge il Palazzo Beneventano del Bosco, riconducibile al XIV secolo, coerente con un’architettura tardo rinascimentale, di cui sono esempio anche i vicini edifici Francica Nava e Chiaramonte, nonostante alcune trasformazioni e modifiche orientate verso lo stile barocco.
All’estremità sud della piazza è posta, infine, la Chiesa di Santa Lucia alla Badia la cui struttura, che oggi si apre sulla piazza, faceva parte di un monastero cistercense distrutto dal terremoto del 1693. Un tempo, si accedeva alla chiesa dalla laterale via Pompeo Picherali.
Nel corso del Settecento la piazza si qualificò anche come luogo “teatrale” per eccellenza della città barocca, spazio privilegiato della festa, in particolare, del festino della patrona della città: Santa Lucia. Piazza del Duomo a Ortigia, nella sua particolare morfologia, è stata “meta di ispirazione” anche per numerosi registi che hanno individuato in questo luogo i set cinematografici dei loro film, come “Garofano Rosso”, tratto dal romanzo omonimo di Elio Vittorini .

La chiesa di San Giovanni alle Catacombe

Ortigia. La Venere che sorge dalle acque del mare

Il significato culturale della tragedia

L’Athènaion del tiranno Gelóne

La Cultura di Pantalica

L’architettura della Piazza

Ebrei popolo errante

L’ara di Ieróne II: luogo di sangue e di fuoco

Il Teatro Greco di Siracusa

La Chiesa di Santa Lucia alla Badia

Piazza del Duomo: un luogo sacro degli antichi greci

La Siracusa romana, potenza militare grazie al genio di Archimede

La Giudècca, il cuore ebraico nascosto di Siracusa

L’Orecchio di Dionìsio e la Grotta dei Cordari

Nel regno del re Hyblon: Pantalica tra storia e leggenda

Il Castello Maniace

I bagni ebraici: il miqveh di Casa Blanca

L’Anfiteatro romano

Tracce del Cristianesimo a Siracusa

Siracusa durante la tirannide di Dionigi

La Cattedrale di Siracusa

La Neàpolis dal passato a oggi

L’interno del Duomo di Ortigia

Le Venationes

Il Palazzo del Senato

Gli spettacoli gladiatori

Leggende e magici echi nelle Latomìe di Siracusa

Pantalica: dove la natura e la storia si fondono

La fortificazione spagnola

Pantalica bizantina

Tempio di Apollo

Luogo di incontro di mari e civiltà

Le catacombe di San Giovanni

Le funzioni del Castel Maniace

Le mura Dionigiane: un capolavoro di ingegneria greca

Cripta di San Marciano

Il Museion e la grotta del Ninfèo

Il Castello Eurìalo