Sala Absidata detta “Sala di Arione”

Le creature del mare

La scena del mito di Arione si svolge al centro dell’Aula. Entro una cornice è raffigurato su più registri un Tìaso marino , uno dei temi più ricorrenti nell’iconografia antica, specialmente nei mosaici di soggetti legati a vedute marini, immagini che rimandano a paesaggi ideali, più volte presenti in altri ambienti della Villa del Casale.Il corteo marino è popolato da Ittiocentauri , Tritoni , Nereidi e da un’innumerevole varietà di animali acquatici e terrestri e tra questi, sono raffigurati anche alcuni amorini .Al centro della composizione, si staglia la figura di Arione , coperta da un manto, mentre suona una cetra, cavalcando il dorso di un delfino.Sopra di lui, due eroti in volo tendono un drappo che riprende, nel movimento, il panneggio di una delle ninfe distese sugli scogli ad ascoltare la sua musica.Sono inoltre raffigurati altri esseri mitici, tra cui un mostro marino, animano le acque di questo grande quadro, raffigurato con onde segnate da linee rette o a zig zag.
Nella zona absidale, che si può ipotizzare ospitasse i letti per il Triclinio, si colloca una monumentale figura di Oceano , padre di tutte le acque, attorniata da una ricca fauna marina, che richiama numerosi esempi nordafricani.

Una decorazione che segna il tempo

La disposizione degli ambienti

La mansio una stazione di sosta

Una sfida fra le forze del cielo e della terra

Un ambiente dedicato al mare

Il Peristilio della villa

La rappresentazione della Virtus

La mansio di Sophiana

Una grande sala per i banchetti

Il porticato con una pavimentazione animata

La colazione all’aria aperta

La stanza degli amorini vendemmiati

Il sacrificio campestre

Due colonne segnano l’ingresso ad un ambiente importante

Il mito di Ulisse e Polifemo

La residenza tardoantica: Locus Amoenus e centro di attività amministrative nel cuore della Sicilia

La stanza degli amorini pescatori

Indizi per la datazione

Un ambiente aulico dedicato al mito di Arione

Le decorazioni dell’ambulacro

Il Latifondo

Una stanza con una decorazione vivace

L’età d’oro: ipotesi sul periodo di costruzione della villa

Le terme tra benessere e socialità

Uno spazio tra pubblico e privato

Il luogo dell’accoglienza

Gli ambienti della villa a destinazione pubblica

Gli ambienti della villa riflesso del suo proprietario

Gli ambienti a carattere semipubblico

Il mito di Eros e Pan

Pars fructuaria e pars rustica

Il mito di Orfeo

Un cortile al centro della casa

Il riflesso del Dominus tra mito e realtà

Le stanze dell’Otium

Le creature del mare

Una stanza dedicata alla musica

La stanza delle stagioni

Le dodici fatiche di Ercole

Il frigidario: un ambiente aulico

La composizione degli spazi