Peristilio quadrangolare

Una teoria di armati per un Dominus dal profilo importante

Inoltrandosi nel corridoio del peristilio quadrangolare è possibile distinguere, soprattutto sulla parete meridionale, una stesura ad affresco , applicata sopra una anteriore, che racchiude figure maschili singolarmente inserite in grandi riquadri.Tutte sono in piedi, di prospetto, con due giavellotti in mano e un grande scudo rotondo.
Il nostro sguardo non può che essere attratto dalla varietà di colori e di decorazioni che lo arricchiscono intorno all’ umbone bruno, con cerchi concentrici o con coppie di spicchi di diversa tonalità, tanto da farci porre in secondo piano la presenza dei personaggi che protegge.

Una simile esuberanza nella scelta delle gradazioni cromatiche si riscontra nelle copie a noi giunte di un documento riassuntivo dell’organizzazione civile e militare, redatto probabilmente nel primo ventennio del V secolo d.C, la Notitia dignitatum et administrationum omnium tam civilium quam militarum, di ancora incerta interpretazione. In essa sono contenute le raffigurazioni degli emblemi degli scudi delle diverse unità militari dell’Impero d’Oriente e dell’Impero d’Occidente.
Tuttavia gli scudi dei soldati che occupano i residui di affresco del peristilio, non sembrano potersi collegare alle unità militari mostrate nella Notitia. Anzi, il fatto che ogni guerriero sia contraddistinto da simboli diversi non induce a pensare ad una precisa compagine militare, ma ad un sommario generale delle unità.
Di certo la presenza di un corpo di guardia cosi imponente, a decoro delle pareti, lascia presupporre che il signore della domus dovesse essere una personalità davvero importante.

I protagonisti del mosaico e gli affreschi a tema militare

La visione della corsa dalla tribuna imperiale

Personaggi, di alto rango, raffigurati nei mosaici delle nicchie absidate del Frigidario

L’età d’oro: ipotesi sul periodo di costruzione della villa ed inizi

I sentieri della Virtus, riflesso del Dominus

I nuclei principali della Domus

Un simbolo eloquente: Il Signum

Un piccolo ambiente utilizzato come ingresso privilegiato alle Terme

La cattura di animali selvaggi per i giochi dell’Anfiteatro Romano

I sensi raccontano la Sala dell’appartamento privato della “piccola caccia”

Forme di saluto o rito?

I sensi raccontano l’Ingresso Monumentale

I sensi raccontano il Vestibolo

Un significato nascosto

Un microcosmo organico: la struttura della villa

Alla ricerca del Dominus attraverso i mosaici della residenza tardoantica

Il Latifondo

Gli ambienti a carattere semipubblico

L’interpretazione astrale del mosaico

La residenza tardoantica: Locus Amoenus e centro di attività amministrative nel cuore della Sicilia

I sensi raccontano il Triclinio Triabsidato

Un’architettura solenne e maestosa per accogliere un committente di alto rango

I sensi raccontano la Sala Biabsidata

La possibile celebrazione di un evento solenne

I protagonisti dei mosaici

I sensi raccontano il Frigidarium

Il sacrificio campestre

Il culto dei Lari

La Mansio di Philosophiana. Una stazione di sosta

Una giornata di caccia alla villa

I sensi raccontano il Peristilio Quadrangolare

I marmi provenienti dalle regioni dell’Impero a decoro della Basilica

Gli ambienti della villa a destinazione pubblica e privata

Una corsa di Quadrighe, ambientata nel Circo Massimo di Roma, collega la villa alla città centro del potere

Un piccolo vano impreziosito dai marmi

I sensi raccontano la Stanza delle frizioni

Un personaggio che ha attirato l’attenzione degli studiosi

I sensi raccontano l’Ingresso privato alle terme

Simboli beneauguranti e, forse, le iniziali del nome del committente, decorano il mosaico del vano absidato

Il profilo del Dominus si nasconde tra le scene rappresentate nei mosaici?

Una stanza regale ospitava il Dominus durante le sue udienze

I sensi raccontano il Sacello dei Lari

La colazione all’aria aperta

L’apoteosi di Ercole

Il catalogo di animali

Un piccolo vano rappresenta una delle attività del percorso Termale

I sensi raccontano la Basilica

Banchetti e Panegirici animavano la vasta sala, sullo sfondo di un mosaico pavimentale che celebra le prodezze di Ercole

Un dialogo tra scene mitologiche e realistiche

Un grande porticato colonnato, luogo di raccordo tra gli ambienti

I sensi raccontano l’Ambulacro biabsidato – corridoio della “grande caccia”

Una teoria di armati per un Dominus dal profilo importante

Una cerimonia ufficiale per accogliere il Dominus

Il prestigio del Dominus si rivela attraverso gli affreschi parietali

La rappresentazione realistica di un corteo termale con una figura femminile di alto rango