Gli spazi della vita privata

L’antico porto di Agrigentum

Nell’area alla foce del fiume Akragas, in una zona caratterizzata da una duna sabbiosa , oggi solo parzialmente conservata, sorgeva il porto dell’antica città di Agrigento, divenuto poi della città romana e in seguito di quella bizantina.
Il luogo è ricordato da Diodòro, Polìbio e Livio come emporion staccato rispetto alla città che si trovava, infatti, nell’entroterra, a circa 3 chilometri dal mare.
A partire dagli anni ’20 del secolo scorso, sono state condotte delle campagne di scavo sul lato sinistro della foce del fiume e, le testimonianze ivi rinvenute, hanno permesso di accertare come il porto di Agrigento fosse uno snodo tra i più importanti del Mediterraneo, coinvolto nelle rotte per l’Africa e per Roma, nonché fondamentale tappa per le navigazioni costiere a breve distanza.
Oltre ad alcune strutture murarie riferibili a dei magazzini ed un pozzo, sono stati messi in luce due nuclei di sepolture con anfore di produzione africana databili tra il VI e il VII secolo d.C.
Le monete rinvenute nell’area del parco archeologico confermano che gli scambi con questi paesi, in realtà, hanno radici molto più antiche.
In aggiunta a quelle di Akragas, sono state rinvenute tipologie provenienti da Cartagine e da alcune città della Grecia come Atene e Corinto, oltre che dalle città più importanti della Magna Grecia: Napoli, Taranto, Reggio e Sibari. I bolli della ceramica sigillata italica rinvenuta nel quartiere ellenistico-romano hanno, inoltre, accertato fiorenti scambi commerciali con i ceramisti dell’Italia centrale.

Momenti di svago: il teatro

Benvenuti ad Agrigentum

Retaggi ellenistici per le strade di Agrigentum

Il racconto di Cicerone: Agrigentum nelle Verrine

Il motore del benessere di Agrigentum

Un Santuario per gli dei latini

Gli dei di Agrigento

I centri benessere dei romani

Da Akragas ad Agrigentum

Il centro della politica ad Agrigentum

La tomba di Teróne

Respirare insieme il patrimonio dell’umanità

Il forum nella città degli akragantini

La necròpoli romana

L’antico porto di Agrigentum

Il culto dell’Imperatore

L’Oratorio di Falàride

Gli affari dei romani

Il sarcofago del Fanciullo

Lavori per le muse: i mosaici del quartiere ellenistico-romano

Una scoperta eccezionale: le terme di Agrigentum

La vita dei ragazzi in età romana

Il quartiere ellenistico-romano

Le domus, custodi della vita privata

La vegetazione dei Giardini

Le Guerre puniche e la conquista definitiva di Akragas

Mens sana in corpore sano: il gymnasium di Agrigento

Il museo vivente del Mandorlo

I romani si stabiliscono ad Agrigentum

Il teatro delle origini

I giardini della Kolymbèthra