Gli spazi della vita privata

Il quartiere ellenistico-romano

Nella zona a ovest del foro e degli edifici pubblici, sono stati rinvenuti – la maggior parte nella seconda metà del ‘900 – i resti di tre isolati di un quartiere di Agrigentum, probabilmente ricalcati sullo schema ippodameo di epoca classica.
Gli scavi hanno rivelato un chiaro piano regolatore impostato su quattro assi: i cardines, larghi circa 5 metri, e tre decumani, le vie principali con un’ampiezza di 7 metri.
La maglia di strade creava tre isolati a loro volta lunghi 295 metri e larghi 35 metri, che ospitavano 27 domus divise da strette intercapedini chiamate ambitus .
Retaggi ellenistici per le strade di Agrigentum
Le case risalgono al II-I secolo a.C. ma presentano delle importanti modifiche strutturali intorno al II-III secolo d.C. quando, in piena età imperiale, vennero rimaneggiate con vari ampliamenti (non è raro trovare alcune abitazioni create dalla fusione di vecchie case contigue) e, soprattutto, vennero arricchite con pavimenti a mosaico e pitture parietali raffiguranti motivi geometrici, vegetali o zoomorfi: le abitazioni private erano il mezzo principale attraverso cui gli antichi romani ostentavano il lusso in cui vivevano, era quindi uso comune adornarle nel miglior modo possibile.
Gli ambienti domestici delle case si disponevano, solitamente, attorno ad un cortile ad atrio talvolta adornato con un peristìlio, un portico di colonne a fusto liscio o scanalato, al cui interno non era raro trovare fontane o giardini ricchi di vegetazione. Il quartiere ellenistico-romano In diversi edifici, inoltre, sono stati portati alla luce spazi dedicati alla produzione e al commercio, mentre in un caso è stata rinvenuta parte di un impianto termale.

I romani si stabiliscono ad Agrigentum

Momenti di svago: il teatro

Il motore del benessere di Agrigentum

Retaggi ellenistici per le strade di Agrigentum

Il quartiere ellenistico-romano

Le domus, custodi della vita privata

Il centro della politica ad Agrigentum

Le Guerre puniche e la conquista definitiva di Akragas

L’antico porto di Agrigentum

La vita dei ragazzi in età romana

L’Oratorio di Falàride

Il sarcofago del Fanciullo

I giardini della Kolymbèthra

La tomba di Teróne

Da Akragas ad Agrigentum

Il racconto di Cicerone: Agrigentum nelle Verrine

Respirare insieme il patrimonio dell’umanità

Lavori per le muse: i mosaici del quartiere ellenistico-romano

La necròpoli romana

La vegetazione dei Giardini

Il culto dell’Imperatore

Il museo vivente del Mandorlo

I centri benessere dei romani

Un Santuario per gli dei latini

Gli dei di Agrigento

Mens sana in corpore sano: il gymnasium di Agrigento

Benvenuti ad Agrigentum

Una scoperta eccezionale: le terme di Agrigentum

Il forum nella città degli akragantini

Gli affari dei romani

Il teatro delle origini