Etna, la montagna vivente CAA

Testo in CAA Comunicazione Aumentativa Alternativa

Con Comunicazione Aumentativa e Alternativa (C.A.A.) si indicano tutte le modalità di comunicazione che possono facilitare e/o migliorare la comunicazione di persone che hanno difficoltà ad utilizzare il linguaggio orale e la scrittura.
Aumentativa perchè incrementa modalità comunicative già presenti, Alternativa in quanto si avvale di strategie e tecniche diverse dal linguaggio parlato.
La CAA basandosi prevalentemente sull’uso di sistemi simbolici e di immagini risulta particolarmente efficace se applicata all’accessibilità dei testi.
Trasformare un concetto in immagine consente infatti di trasmetterne immediatamente il significato anche a persone che presentano difficoltà di comprensione del testo.

“Testi di Giada Cantamessa e trasposizione in simboli di Barbara Porcella e Valentina Baraghini”.

Allegati

Il fiume Aci

I sensi raccontano Acireale

I Monti Rossi e la distruttiva eruzione del 1669

L’eruzione del 2001 dell’Etna, quando la Montagna sembrava viva

Perché l’Etna si è formato proprio in quella posizione geografica?

Il Grand Tour in Sicilia

L’eruzione del 1928 che distrusse il paese di Mascali

I sensi raccontano il Belvedere dell’Etna

Etna, terroir vinicolo d’eccellenza

Un Vulcano in continua evoluzione

Torre del Filosofo: alla base dei Crateri Sommitali (2950 metri)

Il primo tentativo al mondo (quasi riuscito) di fermare una colata lavica: l’eruzione del 1991-93

I diversi nomi della “Muntagna”

I sensi raccontano i Monti Rossi

La Val Calanna, il primo passo verso un unico grande edificio vulcanico

Acireale e la ricostruzione dopo il terremoto del 1693

Il sistema di faglie delle “Timpe” di Acireale

Il terremoto che cambiò la geografia della Sicilia orientale nel 1693

Empèdocle e la sua passione per l’Etna

L’attività dei Crateri Sommitali tra il 2011 e il 2019

Le “tacche” della neve

L’uomo e il vulcano: come comportarsi? Il rischio vulcanico

La continua evoluzione dei Crateri sommitali Etnei

La Valle del Leone e l’Ellittico

I Malavoglia

Acireale e le sue “timpe”

Il sistema di faglie delle “Timpe” di Acireale

La Val Calanna, il primo passo verso un unico grande edificio vulcanico

L’eruzione del 2001 dell’Etna, dove l’approccio con i vulcani è cambiato

I primi edifici vulcanici dell’Etna, tra Acicastello ed Acitrezza

Le “tacche” della neve

L’uomo e il vulcano: come comportarsi? Il rischio vulcanico

La continua evoluzione dei Crateri Sommitali Etnei

Un vulcano in continua evoluzione

L’Etna: un meraviglioso insieme di diversi tipi di flora

I sensi raccontano la Val Calanna

Il monitoraggio vulcanico e la previsione delle eruzioni

L’Isola Lachea e i Faraglioni di Acitrezza

Il Belvedere Etneo

Le prime manifestazioni vulcaniche Etnee tra Acicastello ed Acitrezza

I sensi raccontano Acicastello ed Acitrezza

Acireale e la ricostruzione dopo il terremoto del 1693

I sensi raccontano i Crateri Sommitali

L’Isola Lachea e i Faraglioni di Acitrezza

Etna, un laboratorio naturale dove svolgere esperimenti

Una fauna ancora tutta da scoprire

Perché l’Etna è uno dei vulcani più studiati al mondo?

Il Grand Tour in Sicilia

La montagna vivente

I Malavoglia

Torre del Filosofo: alla base dei Crateri Sommitali (2950 metri)

La Valle del Leone e l’Ellittico

I sensi raccontano I Monti Rossi

L’Ellittico, il primo grande vulcano Etneo

Il fiume Aci

I sensi raccontano la Valle del Leone

Etna, la montagna vivente

L’eruzione del 1928 che distrusse il paese di Mascali

Acireale e le sue “timpe”

I sensi raccontano Torre del filosofo

L’Ellittico, il primo grande vulcano Etneo

I sensi raccontano Torre del Filosofo

I criteri per l’inserimento del Monte Etna nella WHL

I sensi raccontano il Belvedere dell’Etna

I sensi raccontano i Crateri sommitali Etnei

I sensi raccontano la Valle del Leone

L’eruzione del 1669 a Catania

L’attività dei Crateri sommitali tra il 2011 e il 2019

I sensi raccontano Acireale

Il terremoto che cambiò la geografia della Sicilia orientale nel 1693

I Monti Rossi e la distruttiva eruzione del 1669

L’Etna: un meraviglioso insieme di microclimi e di vegetazione

I diversi nomi della “Muntagna”

L’eruzione del 1669 a Catania

Il Belvedere Etneo

Empèdocle e la sua passione per l’Etna

I sensi raccontano Acicastello ed Acitrezza

Etna, la montagna vivente CAA

I sensi raccontano la Val Calanna

Un insieme faunistico ancora tutto da scoprire