Etna, la montagna vivente CAA

Testo in CAA Comunicazione Aumentativa Alternativa

Con Comunicazione Aumentativa e Alternativa (C.A.A.) si indicano tutte le modalità di comunicazione che possono facilitare e/o migliorare la comunicazione di persone che hanno difficoltà ad utilizzare il linguaggio orale e la scrittura.
Aumentativa perchè incrementa modalità comunicative già presenti, Alternativa in quanto si avvale di strategie e tecniche diverse dal linguaggio parlato.
La CAA basandosi prevalentemente sull’uso di sistemi simbolici e di immagini risulta particolarmente efficace se applicata all’accessibilità dei testi.
Trasformare un concetto in immagine consente infatti di trasmetterne immediatamente il significato anche a persone che presentano difficoltà di comprensione del testo.

“Testi di Giada Cantamessa e trasposizione in simboli di Barbara Porcella e Valentina Baraghini”.

Allegati

L’eruzione del 1669 a Catania

I Monti Rossi e la distruttiva eruzione del 1669

L’eruzione del 1928 che distrusse il paese di Mascali

I Malavoglia

I sensi raccontano Acireale

I sensi raccontano i Crateri Sommitali

Le prime manifestazioni vulcaniche Etnee tra Acicastello ed Acitrezza

Una fauna ancora tutta da scoprire

Il Belvedere Etneo

Il fiume Aci

La continua evoluzione dei Crateri sommitali Etnei

L’uomo e il vulcano: come comportarsi? Il rischio vulcanico

Empèdocle e la sua passione per l’Etna

I sensi raccontano la Val Calanna

I sensi raccontano Acicastello ed Acitrezza

I sensi raccontano Acicastello ed Acitrezza

L’Isola Lachea e i Faraglioni di Acitrezza

Il terremoto che cambiò la geografia della Sicilia orientale nel 1693

Torre del Filosofo: alla base dei Crateri Sommitali (2950 metri)

I diversi nomi della “Muntagna”

Il Grand Tour in Sicilia

La Valle del Leone e l’Ellittico

Etna, la montagna vivente CAA

La Valle del Leone e l’Ellittico

I criteri per l’inserimento del Monte Etna nella WHL

I Malavoglia

I sensi raccontano I Monti Rossi

Il monitoraggio vulcanico e la previsione delle eruzioni

Empèdocle e la sua passione per l’Etna

Acireale e le sue “timpe”

I sensi raccontano Acireale

I sensi raccontano i Monti Rossi

Acireale e la ricostruzione dopo il terremoto del 1693

I Monti Rossi e la distruttiva eruzione del 1669

La Val Calanna, il primo passo verso un unico grande edificio vulcanico

La continua evoluzione dei Crateri Sommitali Etnei

Il fiume Aci

L’Etna: un meraviglioso insieme di microclimi e di vegetazione

Un vulcano in continua evoluzione

Le “tacche” della neve

L’Isola Lachea e i Faraglioni di Acitrezza

Un Vulcano in continua evoluzione

I sensi raccontano il Belvedere dell’Etna

Il sistema di faglie delle “Timpe” di Acireale

L’eruzione del 2001 dell’Etna, dove l’approccio con i vulcani è cambiato

Acireale e la ricostruzione dopo il terremoto del 1693

I sensi raccontano la Val Calanna

Il Belvedere Etneo

Il primo tentativo al mondo (quasi riuscito) di fermare una colata lavica: l’eruzione del 1991-93

La Val Calanna, il primo passo verso un unico grande edificio vulcanico

L’attività dei Crateri Sommitali tra il 2011 e il 2019

I sensi raccontano Torre del Filosofo

I primi edifici vulcanici dell’Etna, tra Acicastello ed Acitrezza

L’eruzione del 1928 che distrusse il paese di Mascali

I sensi raccontano la Valle del Leone

L’Ellittico, il primo grande vulcano Etneo

Un insieme faunistico ancora tutto da scoprire

L’eruzione del 2001 dell’Etna, quando la Montagna sembrava viva

I sensi raccontano il Belvedere dell’Etna

Il sistema di faglie delle “Timpe” di Acireale

I sensi raccontano i Crateri sommitali Etnei

I sensi raccontano la Valle del Leone

Il terremoto che cambiò la geografia della Sicilia orientale nel 1693

La montagna vivente

I sensi raccontano Torre del filosofo

I diversi nomi della “Muntagna”

Perché l’Etna si è formato proprio in quella posizione geografica?

Etna, terroir vinicolo d’eccellenza

L’eruzione del 1669 a Catania

Etna, un laboratorio naturale dove svolgere esperimenti

Perché l’Etna è uno dei vulcani più studiati al mondo?

Acireale e le sue “timpe”

L’attività dei Crateri sommitali tra il 2011 e il 2019

L’uomo e il vulcano: come comportarsi? Il rischio vulcanico

Torre del Filosofo: alla base dei Crateri Sommitali (2950 metri)

Etna, la montagna vivente

L’Etna: un meraviglioso insieme di diversi tipi di flora

Le “tacche” della neve

Il Grand Tour in Sicilia

L’Ellittico, il primo grande vulcano Etneo