Torre del filosofo

Il Grand Tour in Sicilia

Il Grand Tour era un percorso a tappe, necessario ai giovani appartenenti a famiglie aristocratiche, per completare la formazione universitaria. Esso, a partire dal 1400, si diffuse rapidamente in tutta Europa e con la finalità di incentivare i contatti tra gli studenti con le principali corti europee, attraverso viaggi di istruzione
l’Italia rappresentò, da subito, il centro della vita culturale ed artistica europea, ospitando, durante il periodo rinascimentale un gran numero di giovani stranieri. Inizialmente, le città più visitate erano Roma Firenze, Milano e Torino, e non era consuetudine scendere sotto Napoli, almeno fino al XVII secolo, quando anche la Sicilia con le sue bellezze naturalistiche storiche e artistiche entrò a far parte del Grand Tour. Ognuno dei viaggiatori, durante gli spostamenti, osservava l’isola da diversi punti di vista: dall’analisi storico – antropologica a quella paesaggistica, alle quali si affiancavano le emozioni e le tesi dello studioso o le riproduzioni dell’artista. Ciò permise di ricostruire, in modo alquanto dettagliato, l’immagine della Sicilia del ‘700.
Altri viaggiatori, meno giovani, sono stati attratti dalle bellezze descritte in Sicilia, e tra questi uno dei più importanti è sicuramente Wolfgang Goethe .

I sensi raccontano Torre del filosofo

I sensi raccontano la Valle del Leone

I diversi nomi della “Muntagna”

Il fiume Aci

La Val Calanna, il primo passo verso un unico grande edificio vulcanico

I sensi raccontano la Val Calanna

Un vulcano in continua evoluzione

Il Belvedere Etneo

Acireale e la ricostruzione dopo il terremoto del 1693

L’eruzione del 1669 a Catania

I sensi raccontano I Monti Rossi

Empèdocle e la sua passione per l’Etna

Etna, un laboratorio naturale dove svolgere esperimenti

L’eruzione del 1928 che distrusse il paese di Mascali

I sensi raccontano Acicastello ed Acitrezza

Il terremoto che cambiò la geografia della Sicilia orientale nel 1693

Il primo tentativo al mondo (quasi riuscito) di fermare una colata lavica: l’eruzione del 1991-93

La continua evoluzione dei Crateri sommitali Etnei

L’Ellittico, il primo grande vulcano Etneo

Una fauna ancora tutta da scoprire

L’uomo e il vulcano: come comportarsi? Il rischio vulcanico

L’Isola Lachea e i Faraglioni di Acitrezza

Perché l’Etna è uno dei vulcani più studiati al mondo?

I primi edifici vulcanici dell’Etna, tra Acicastello ed Acitrezza

L’Etna: un meraviglioso insieme di diversi tipi di flora

L’eruzione del 2001 dell’Etna, quando la Montagna sembrava viva

Torre del Filosofo: alla base dei Crateri Sommitali (2950 metri)

I sensi raccontano i Crateri sommitali Etnei

I Monti Rossi e la distruttiva eruzione del 1669

I Malavoglia

La montagna vivente

Il sistema di faglie delle “Timpe” di Acireale

Le “tacche” della neve

L’attività dei Crateri sommitali tra il 2011 e il 2019

La Valle del Leone e l’Ellittico

I sensi raccontano il Belvedere dell’Etna

I sensi raccontano Acireale

Acireale e le sue “timpe”

Il Grand Tour in Sicilia