Torre del filosofo

I sensi raccontano Torre del Filosofo

vista
Un panorama in continua evoluzione

La zona di Torre del Filosofo è sicuramente la postazione migliore per osservare i Crateri Sommitali Etnei. Tuttavia questi sono luogo di continue eruzioni, soprattutto durante gli ultimi 20 anni e la loro forma e profilo cambiano continuamente. Osservateli bene e magari fotografateli, la prossima volta non saranno sicuramente uguali alla fotografia!

tatto
Il tepore del vulcano

Sedendosi sui conetti del 2002-03, collocati proprio in zona Torre del Filosofo, nonostante siano passati oltre 15 anni dall’eruzione, si sente ancora un tepore uscire dal terreno. Questi sono i gas del magma che si sta raffreddando in profondità, e che mantengono ancora temperature intorno ai 40°-50°C.

olfatto
In una nuvola di zolfo

Nella zona di Torre del Filosofo, nei giorni in cui il vento spira da nord-ovest, è facile essere avvolti nella nube di gas che discende lungo i fianchi dei crateri sommitali. È un odore acro, in cui è facilmente riconoscibile l’odore di uovo marcio tipica della presenza di zolfo.
Copritevi la bocca con un panno umido se restate per lunghi periodi, vi aiuterà a respirare!

udito
Il rombo del vulcano

Arrivando in questa zona in un periodo di eruzioni o esplosioni dai crateri sommitali si possono distintamente udire le esplosioni che si susseguono ogni 5-10 minuti.

I sensi raccontano Acireale

L’attività dei Crateri Sommitali tra il 2011 e il 2019

I Monti Rossi e la distruttiva eruzione del 1669

Un Vulcano in continua evoluzione

Il Grand Tour in Sicilia

Acireale e le sue “timpe”

Le prime manifestazioni vulcaniche Etnee tra Acicastello ed Acitrezza

L’Etna: un meraviglioso insieme di microclimi e di vegetazione

I sensi raccontano Torre del Filosofo

I diversi nomi della “Muntagna”

I sensi raccontano il Belvedere dell’Etna

Un insieme faunistico ancora tutto da scoprire

I Malavoglia

Empèdocle e la sua passione per l’Etna

Le “tacche” della neve

I sensi raccontano i Monti Rossi

Il monitoraggio vulcanico e la previsione delle eruzioni

Etna, la montagna vivente

Etna, terroir vinicolo d’eccellenza

I sensi raccontano i Crateri Sommitali

Il terremoto che cambiò la geografia della Sicilia orientale nel 1693

I sensi raccontano Acicastello ed Acitrezza

Torre del Filosofo: alla base dei Crateri Sommitali (2950 metri)

Il Belvedere Etneo

Il fiume Aci

L’eruzione del 1669 a Catania

Il sistema di faglie delle “Timpe” di Acireale

L’eruzione del 1928 che distrusse il paese di Mascali

Acireale e la ricostruzione dopo il terremoto del 1693

I sensi raccontano la Valle del Leone

L’eruzione del 2001 dell’Etna, dove l’approccio con i vulcani è cambiato

I sensi raccontano la Val Calanna

L’Isola Lachea e i Faraglioni di Acitrezza

L’Ellittico, il primo grande vulcano Etneo

La Val Calanna, il primo passo verso un unico grande edificio vulcanico

La continua evoluzione dei Crateri Sommitali Etnei

Perché l’Etna si è formato proprio in quella posizione geografica?

La Valle del Leone e l’Ellittico

L’uomo e il vulcano: come comportarsi? Il rischio vulcanico